Fondo per l'autonomia possibile

FAP: MISURA REGIONALE

Il FAP è un intervento economico rivolto a persone che, per la loro condizione di non autosufficienza, non possono provvedere alla cura della propria persona e mantenere una normale vita di relazione senza l’aiuto determinante di altri.
Il FAP viene utilizzato a sostegno delle situazioni di non autosufficienza trattate a domicilio e di progetti sperimentali nel settore della salute mentale.

Il FAP si compone tra l’altro delle seguenti tipologie di intervento:
Assegno per l’autonomia (APA), è un intervento economico a favore delle persone con grave non autosufficienza e dei familiari che se ne prendono cura. Il livello di gravità viene accertato dai Servizi territoriali con appositi strumenti valutativi. L’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) del nucleo familiare non deve superare i 30.000 €.

Contributo per l’aiuto familiare (CAF), è un beneficio economico avente lo scopo di sostenere le situazioni in cui, per assistere persone in condizione di grave non autosufficienza, ci si avvale dell’aiuto di addetti all’assistenza familiare con regolare contratto di lavoro, per un monte ore non inferiore a 20 alla settimana, formato anche dalla somma oraria di due o più contratti.
La soglia ISEE è di 30.000 €.

Gli importi annui variano, a seconda della gravità, dell’ISEE e del numero di ore settimanali, da un minimo di 2.760 € a un massimo di 10.920 € per la generalità dei casi e da un minimo di 2.760 € a un massimo di 12.000 € per le gravi demenze.

Documenti da presentare
Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) in corso di validità;
Documentazione inerente le spese rendicontabili.

Modalità di accesso
Punto Unico Anziani, Ufficio Territoriale Sociale, Distretto sanitario