Progetto Amalia

Promozione del benessere e della salute di persone fragili

E' un servizio dell’Azienda per l’Assistenza Sanitaria di Trieste, erogato in collaborazione con il Comune di Trieste, gestito da Televita S.p.A.


Per Chi
Persone anziane:
• sole, prive di una rete di riferimento;
• con patologie croniche e PDTA attivi;
• conosciute dai Servizi sociosanitari ma non in carico (valutate dalla continuità assistenziale)


Cos'è
Monitora le condizioni psicosociali e sociosanitarie delle persone anziane/fragili, con percorsi di prevenzione sanitaria, promozione del benessere e della salute ed inclusione sociale. Prevede diversi interventi:
• Telecontatto/telecompagnia: consiste in un monitoraggio costante della condizione generale dell’utente e si attua con telefonate programmate e ascolto, erogazione di informazioni e consigli, coinvolgimento delle persone in varie iniziative di socializzazione, aggregazione e corsi motori;
• Orientamento e integrazione nella rete dei Servizi: attraverso l’accoglienza telefonica sia con l’attivazione diretta dei Servizi per gli utenti già seguiti, Amalia funge da filtro agevolando la valutazione e il lavoro dei professionisti;
• Segretariato sociosanitario: promemoria appuntamenti o inserimento in attività di mantenimento/miglioramento dello stato di salute, quali ad esempio corsi motori mirati per persone con patologie croniche o ginnastica dolce (organizzati dai Servizi e/o all’interno di percorsi progettuali facenti capo ai PdZ);
• Follow up per la continuità assistenziale: un monitoraggio mirato, con la somministrazione di questionari periodici, agli utenti dimessi da Ospedale, RSA o PID per cui la continuità assistenziale ha stabilito un rientro a casa senza erogazione di prestazioni domiciliari o presa in
carico (per monitorare nel tempo, con indicatori chiari, il mantenimento dello stato di autonomia o, al contrario, prevenire il manifestarsi di un bisogno e attivare la rete in modo tempestivo);
• Sostegno ai PDTA/medicina proattiva: una forma di monitoraggio mirata a sostenere i ercorsi diagnostico terapeutici delle persone con patologie croniche (diabete, cardiopatie, BPCO), attraverso l’esecuzione periodica di check-list specifiche per ogni paziente, riguardanti
l’aderenza al percorso terapeutico, l’erogazione di informazioni, la registrazione di dati e notizie utili al MMG e alla rete di riferimento del paziente;
• Consegna farmaci a domicilio: un servizio pratico, pensato per le persone più fragili, di grande utilità per chiunque abbia difficoltà a reperire un farmaco (attivo 24 ore su 24, con o senza ricetta)*;
• Coordinamento e organizzazione di servizi di utilità pratica: reperimento di figure quali l’idraulico o l’elettricista, recapiti e consegne varie, aiuto domestico, accompagnamento, trasporti sociali e assistiti, in base alle specifiche esigenze dell’utente*;
• Coinvolgimento in iniziative di socializzazione/aggregazione: realizzate sul territorio in base alla programmazione dei Piani di Zona o di specifici protocolli siglati tra gli Enti. Amalia organizza inoltre iniziative a tema, coinvolgendo gli anziani seguiti e nuovi potenziali destinatari
del servizio*;
• Ricerca/intervento sul bisogno sommerso: un sistema collaudato di indagine rivolto alla popolazione anziana sola non conosciuta/in carico ai Servizi istituzionali. Si attua con il reperimento dei nominativi e l’invio di una lettera, seguita dal contatto telefonico curato dagli operatori, per valutare la situazione della persona, fornire informazioni utili, individuare le persone da inserire nel servizio di monitoraggio per le situazioni a rischio, attivare i Servizi (se possibile in modo preventivo);
• Indagini/campagne telefoniche collegate a programmi locali e nazionali di sorveglianza sullo stato di salute delle persone anziane (ad esempio PASSI D’ARGENTO o CAMPAGNA PREVENZIONE INCIDENTI DOMESTICI);
• Campagne di comunicazione sociale di larga diffusione, studiate per informare sull’esistenza del servizio e sensibilizzare la comunità, anziani inclusi, sull’importanza della prevenzione, della promozione della socialità e del benessere, con l’obiettivo di contrastare l’isolamento, il ricorso
improprio ai Servizi, prevenire l’istituzionalizzazione e sconfiggere il fenomeno delle “morti solitarie”.


Come
Un software gestionale proprietario contiene:
• un database utenze (schede anagrafiche e sociosanitarie degli assistiti) che gestisce l’agenda informatizzata dei contatti:
• una banca dati dove vengono raccolte le informazioni sull’offerta e catalogati gli strumenti da somministrare all’utenza per le varie finalità (questionari, protocolli, informative).


I diversi gruppi target vengono contattati per interventi di telecompagnia, follow up, trasmissione di informazioni/messaggi di salute, somministrazione di interviste, coinvolgimento nelle iniziative territoriali (pubbliche e private), altro.
Il servizio offre un Numero verde gratuito, attivo 24h su 24, al quale gli utenti possono rivolgersi per informazioni, orientamento, sostegno, richieste di aiuto, segnalazione di situazioni a rischio e diemergenza (servizio inbound).


*L’effettiva realizzazione di tali attività dipende dal contesto di riferimento e dalla organizzazione/disponibilità dei soggetti territoriali coinvolti, pubblici e privati.


Quando
Attività outbound (telemonitoraggio): dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle 18.00.
Segnalazioni e richieste di aiuto: 7 giorni su 7, h 24.


Modalità di accesso
A seconda dell’intervento richiesto, l’accesso al servizio può essere gestito dall’Ente Committente,
mediato dalla rete di riferimento (Servizi, vicini di casa, parenti, conoscenti, volontariato, parrocchia,
forze dell’ordine) e diretto (auto segnalazione al Numero Verde), previa valutazione del possesso di
specifici requisiti.


Criteri di accesso e costi
Il servizio è gratuito, a disposizione di tutti i cittadini della provincia di Trieste che rispondono a requisiti
di accesso riguardanti le caratteristiche demografiche e le condizioni sociosanitarie.